Arte di Oleg Shuplyak pittore

Pittore ucraino che concentra la sua arte sul funzionamento del cervello esibendo pitture che generano illusioni ottiche

 

L’arte di Oleg Shuplyak e la reazione del cervello

 

Oleg Shuplyak è un pittore che si avvicina alla classe di Salvador Dalì e René Magritte ma che concentra

il suo lavoro sulle illusioni ottiche creando dei capolavori di inestimabile interesse visivo.

Ricorda vagamente anche Giuseppe Arcimboldo per i complementi naturali usati anche da Shupliak.

 

 

Oleg lavora sugli effetti ottici

che il cervello genera dall’istinto di cercare volti in ogni fenomeno; bastano due cerchi con una linea orizzontale, sotto di loro, e il gioco è fatto:

per la mente umana, quella semplice immagine, rappresenta un volto.

Fenomeno generato dall’attività della corteccia cerebrale frontale con la quale il cervello riconosce i volti e tende a vederli anche in rappresentazioni naturali.

Potrebbe creare una sintesi di aspettative per cui un simbolo che rappresenta due cerchi e una linea viene inevitabilmente associato ad un volto.

Come le aspettative a cui esso può fare riferimento tramite le immagini memorizzate nella memoria a lungo termine.

Oppure dovuto a mistificazioni di alcune filosofie che hanno come simbolo di culto il volto umano.

 

Shuplyak non si limita a cercare volti umani

tra le foreste e le montagne rocciose ma sovrappone

il volto e il corpo umano ai movimenti delle linee generate dall’albero, dalla roccia, dalla capanna, dal lago dal fiume oppure di due corpi umani sovrapposti.

 

 

Ciò che va apprezzato di Oleg Shuplyak

è l’ingegno con cui riesce a interagire con il cervello stimolandolo a generare un’illusione al suo interno.

Infatti le sue opere rappresentano più figure nello stesso dipinto ma il cervello tende a vederne una sola: il volto umano.

Potrai notare che anche se nel quadro non vi è rappresentata alcuna faccia: la tua mente tenderà a vederla ugualmente.

Shuplyak nasce ad Oblast di Ternopil nel 1967 in Ucraina oggi ha 53 anni un pittore che consiglio di seguire soprattutto ai giovani psicologi per comprendere meglio il meccanismo cerebrale.

Per darti un esempio dell’arte di Oleg Shuplyak ti propongo questa breve galleria di illusioni ottiche.